published-img
published-img

Il Talento Della Logica

Percorso guidato per lo sviluppo della logica in bambini con plusdotazione o alto potenziale cognitivo

Questo libro illustra le caratteristiche dei bambini plusdotati e ad alto potenziale cognitivo, spiegando come possono essere valorizzate le loro peculiarità e, in particolare, la capacità logica. Attraverso un percorso guidato fatto di favole e più di 100 giochi, facili da utilizzare, genitori e insegnanti potranno favorire lo sviluppo graduale del talento nei bambini.

Disponibile dal 31 ottobre 2017. Prenotalo subito!

David Polezzi & Francesco Gallimberti
ordina la tua copia!

Contenuti

Sezioni

Plusdotazione e alto Potenziale Cognitivo

Plusdotazione e alto Potenziale Cognitivo

Approfondisci la plusdotazione, capisci le potenzialità e le necessità dei bambini iperdotati e scopri come valorizzarle.

Dalle Potenzialità al talento

Dalle Potenzialità al talento

Quando una capacità diventa un vero e proprio "talento"? Come si può sviluppare una potenzialità innata? Le risposte a queste domande daranno il via al percorso guidato.

Che Cos’è il Pensiero logico?

Che Cos’è il Pensiero logico?

Ragionamento fluido, capacità di trovare soluzioni a problemi e risolvere quesiti complessi: scopri tutte le facce della "logica" e capisci come potenziarle.

Esercitazioni

Con più di 100 giochi per allenare il pensiero logico!

Allenare la logica

La capacità di trovare soluzioni a problemi nuovi, al di là delle conoscenze acquisite, è una qualità innata. È tuttavia possibile allenarla, raggiungendo eccellenti risultati!

L’allenamento della logica dev’essere ben strutturato e concepito in maniera ragionata, per permettere che il bambino possa, senza annoiarsi, svolgere di volta in volta compiti di difficoltà crescente che lo aiutino a sviluppare la capacità di ragionamento fluido.

Il volume contiene una serie di esercizi che rappresentano delle versioni adattate dei principali paradigmi sperimentali utilizzati in psicologia per la misurazione del ragionamento fluido nei bambini. La prima parte, dove si chiede al bambino di trovare la combinazione esatta comprendendo la logica con la quale sono stati disposti gli elementi presenti, deriva dal test delle matrici logiche. La seconda parte, invece, prende spunto da test di categorizzazione, comunemente usati nella valutazione del ragionamento fluido.

Vendita

Domande frequenti

Che cos’è la plusdotazione?

Si definisce “plusdotato” o “ad alto potenziale cognitivo” un bambino con abilità intellettive decisamente più elevate della media. Nei volumi Il talento dell’attenzione e Il talento della logica la sezione introduttiva, rivolta a genitori e insegnanti, approfondisce le caratteristiche, le necessità e le difficoltà di questi bambini con un’intelligenza eccezionalmente sviluppata.

Come si riconosce la plusdotazione?

Sebbene ci siano dei “segnali” che possono far pensare alla plusdotazione (ad esempio una spiccata curiosità), solo uno psicologo dell’infanzia può stabilire, attraverso colloqui e test mirati, se un bambino presenta un alto potenziale cognitivo. Solitamente si parla di plusdotazione per coloro che mostrano un QI eccezionalmente elevato, misurato con metodi oggettivi.

Quali sono le caratteristiche di un bambino plusdotato?

Molte sono le caratteristiche che accomunano i bambini ad alto potenziale cognitivo, ma non è detto che ognuno di questi le manifesti tutte, così come non è sempre vero che chi presenta queste peculiarità sia automaticamente plusdotato! Tra queste caratteristiche ricorrono la capacità di apprendimento, le abilità numeriche, la curiosità, le spiccate abilità verbali, l’ottima memoria e così via.

Perché un bambino plusdotato può riscontrare delle difficoltà a scuola?

Talvolta un bambino con un’intelligenza eccezionale, se non correttamente stimolato dagli insegnanti, può trovare noiosi e ripetitivi alcuni compiti che invece sono adatti ai suoi coetanei. Essendo molto agili nell’apprendimento, possono mostrarsi demotivati nello svolgimento di compiti troppo facili e maggiormente interessati a parlare con adulti e bambini più grandi, dimostrando difficoltà di socializzazione con i coetanei.

Perché è importante valorizzare le potenzialità di un bambino plusdotato?

Un bambino con alto potenziale cognitivo inserito in un contesto sociale e scolastico privo di adeguati stimoli intellettuali può perdere la propria motivazione e sviluppare sentimenti di noia e rifiuto nei confronti della scuola. È cruciale perciò comprendere le potenzialità di questi bambini già in tenera età, per coltivare sin da subito i loro talenti e il loro amore per la conoscenza.

Qual è la differenza tra potenzialità e talento?

La potenzialità è un’abilità innata; il talento è la padronanza di una competenza, acquisita attraverso uno sviluppo sistematico, in almeno un campo delle attività umane, a un grado molto elevato. I bambini plusdotati hanno ottime potenzialità (punti di partenza), ma devono avere la possibilità di siluppare il proprio talento, attraverso la guida di un insegnante, di un genitore o di uno specialista che sappia incanalare le sue abilità in un adeguato percorso di allenamento.

Sono un genitore o un insegnante di un bambino plusdotato. Cosa posso fare affinché questi sviluppi il suo talento?

Essere un genitore o un insegnante di un bambino plusdotato è piuttosto impegnativo: la sua sete di conoscenza può essere talvolta difficile da gestire! Con l’aiuto di uno psicologo dell’infanzia e dei volumi Sassi Scuola, è possibile acquisire il materiale necessario, o quantomento degli spunti, per aiutare questi bambini a sviluppare le proprie potenzialità. I volumi Il talento dell’attenzione e Il talento della logica sono strutturati in maniera intuitiva e guidano passo per passo il genitore e/o l’insegnante verso la comprensione di questa peculiarità e il bambino nell’allenamento della propria capacità logica e attentiva.

Gli autori

David Polezzi, Ph.D.

Psicologo e psicoterapeuta, ha conseguito il Dottorato di Ricerca presso l’Università degli Studi di Padova e ha lavorato presso l’Istituto di Neuroscienze Cognitive dell’Università di Bochum (Germania).

È autore di pubblicazioni scientifiche sia nazionali sia internazionali. Attualmente svolge attività di valutazione del profilo cognitivo in età evolutiva, con riferimento alla plusdotazione cognitiva, di cui si è occupato all’interno del progetto Education To Talent.

È professore a contratto presso l’Università di Padova e docente presso l’Istituto Miller di Genova. Ricopre l’incarico di vice-presidente dell’associazione Mentecomportamento.

Francesco Gallimberti

Psicologo e psicoterapeuta, svolge attività di valutazione del profilo cognitivo in età evolutiva e supporto alla genitorialità, con particolare riferimento ai bambini o ragazzi con plusdotazione o alto potenziale cognitivo.

Si è occupato di plusdotazione e coaching per genitori all’interno del progetto Education To Talent.

È membro dell’associazione Mentecomportamento e docente presso l’Istituto Miller di Genova.

Collaborazioni

logo-aget-italia

Aget Italia

AGET (associazione genitori education to talent) è l'associazione dei genitori dei bambini ad alto potenziale cognitivo (APC) certificati.

Per informazioni, www.agetitalia.it

Ordina subito la tua copia!